La sicurezza privata in Italia

15. 09. 15
posted by: Redazione
Visite: 1158

In Italia cresce il bisogno di sicurezza: vecchi e nuovi reati preoccupano i cittadini e li portano a scegliere le soluzioni più efficaci per farvi fronte.
La sicurezza privata, detta anche sussidiaria, svolge un ruolo ormai fondamentale, sia nella difesa personale che in vari ambiti della sicurezza sociale. La risposta a queste esigenze si articola in un'ampia gamma di servizi specialistici, ciascuno con proprie funzioni e caratteristiche.

La tipologia più nota è il servizio di vigilanza armata. E' un'attività che deve essere esercitata, con porto pistola rilasciato dalla Prefettura da una guardia giurata, dipendente da un istituto di vigilanza autorizzato. Un esempio è il presidio fisso presso siti dove sia necessario evitare l'intrusione di soggetti non titolati o dove sia richiesta una sorveglianza antirapina. E' il caso di ospedali e strutture sanitarie rilevanti, di istituti di credito ed uffici postali, di depositi che custodiscono beni di valore.
Richiedono la vigilanza armata anche i servizi di scorta, di trasporto e deposito valori. Un istituto di vigilanza può, infatti, effettuare servizi di scorta di beni appartenenti a terzi, che vengono spostati su mezzi diversi da quelli propri oppure può incaricarsi di trasportare tali beni direttamente su mezzi propri. Inoltre, disponendo di locali idoneamente attrezzati e conformi alla normativa europea in materia, può custodire beni di valore presso la propria sede.


L'intervento della guardia giurata è previsto anche nell'ambito dei servizi di videosorveglianza e telesorveglianza per il controllo a distanza di beni mobili o immobili. In questi casi, i dispositivi trasmettono alla centrale operativa immagini o segnali, in base ai quali la guardia giurata ha la possibilità di intervenire. Analogamente funzionano gli interventi su allarme, che non prevedono un controllo continuo su un obiettivo, ma si attivano solo in caso di allerta.

Altra branca importante della sicurezza sussidiaria è il servizio di guardia notturna e portierato, che viene effettuato mediante pattugliamenti all'esterno o anche all'interno di strutture pubbliche e private. Lo scopo è quello di controllare la regolare chiusura di tutti gli ingressi e di verificare che non vi siano presenze sospette. L'attività di pattugliamento può essere svolta anche in orari diurni, ad esempio per l'intero fine settimana o durante i periodi festivi.

Sempre rilevante, presso gli istituti di vigilanza, la richiesta di addetti alla sicurezza notturna, specialmente dopo la recente introduzione della normativa che ha regolamentato questa figura professionale. Dal 2010, infatti, non ci può più improvvisare buttafuori, ma è necessario aver seguito un corso regionale, essere iscritti negli appositi elenchi della prefettura, avere la fedina penale pulita ed essere dipendenti di un'agenzia autorizzata.

Anche i centri commerciali, gli ipermercati e i supermercati, i magazzini in genere, sono alla ricerca di garanzie per la propria sicurezza e per questa ragione frequentemente richiedono il servizio antitaccheggio. Il fine è quello di evitare che i prodotti esposti possano essere oggetto di danneggiamento o di furto. Il servizio può essere effettuato con personale in divisa, che svolge azioni di controllo presso gli ingressi e l'area casse, oppure con personale in borghese all'interno del punto vendita. Spesso viene supportato da sistemi di videosorveglianza o di allarme.

Molto ampio è anche il campo delle investigazioni private che possono interessare sia le aziende che i singoli cittadini. Un'azienda può aver bisogno di tutelarsi contro possibili forme di spionaggio societario o avere necessità di indagare su eventuali ammanchi di cassa, su assenteismo ed infedeltà professionali dei dipendenti. Un privato cittadino può richiedere servizi di investigazione afferenti alla sfera familiare e patrimoniale o anche alla ricerca di persone scomparse. Le figure professionali che operano in questo campo sono l'investigatore privato e l'informatore commerciale, quest'ultimo incaricato della raccolta e dell'analisi dei dati riguardanti le aziende.

Un forte bisogno di sicurezza si manifesta anche nel settore dell'informatica, dove, alla ormai vastissima diffusione della tecnologia, si oppone la sempre maggiore specializzazione degli hacker. Molti istituti di vigilanza hanno scelto di sviluppare competenze nel settore e sono in grado di offrire servizi di sicurezza informatica, di controllo delle reti ed indagini informatiche. Possono verificare il livello di protezione di un sistema, la resistenza ad attacchi, sia interni che esterni, e la regolarità delle procedure di utilizzo dei dati.